martedì 29 dicembre 2009

Inaccettabile!

Ho provato a vedere se questo blog compare sui motori di ricerca e già al primo tentativo con Google mi rendo conto di una cosa assolutamente inaccettabile. No, non si tratta dell'assenza di questo blog tra i risultati, ma la presenza al secondo posto ( il primo è il blog vecchio, il primo Quaderno Pubblico ) di un ulteriore Quaderno Pubblico!
Un terzo blog, ovviamente non mio.
Un blog nato nell'agosto del 2009 ( il 21, precisamente ) quindi palesemente posteriore al primo Quaderno Pubblico, risalente al 10 febbraio 2006.
Plagio?
Sulla mia spalla destra c'è un diavoletto che mi dice beffardo e agitando la codina apuntita:
"Certo che ha fatto apposta, ha visto il tuo blog, ha visto che era inattivo da un bel po' e ha deciso di soffiarti il nome!"
Su quella sinistra, invece, c'è una sottospecie di angioletto, non particolarmente buono ma come minimo in buona fede e razionale. Seduto calmo sul colletto dell'accappatoio attende che il diavoletto finisca la sua paranoica tiritera; trae un sospiro, si massaggia il mento, si lascia scappare una grattatina alla barba sfatta (sì, il quasi-angioletto ha la barba e si rade solo quando ha tempo) e con voce tranquilla e un po' scazzata mi dice:
"Ma dai...mica sei l'unica che scrive sui quaderni; quindi un quaderno messo in pubblico è, palesemente un 'Quaderno Pubblico'. Poi, ragazza, diciamocelo...non è nemmeno un nome così originale! Poi non consideri l'assurdo motivo per cui sarebbe dovuta o dovuto capitare sul tuo primo blog. Era vecchio e poco interessante. Inoltre poni che ci sia capitata o capitato per caso, perché mai devi pensare a tutti i costi che sia in mala fede? Magari non ci avevo fatta caso, magari le o gli è balenato in mente dopo, sai come accade, come se fosse un'idea tua con un sentore familiare, come se l'avessi già sentito o visto, nonostante tu sia convinto che è frutto delle tue meningi. Ecco, questo oppure una assurda coincidenza. Capita no?"
Il diavoletto scuote la testa cornuta, ma non aggiunge nulla. Sa che non serve. Sa che vorrei ascoltare il mio angioletto con la faccia di Lucio Dalla, ma sa anche che sono molto più ricettiva quando a parlare è l'altro. Sa che Lucio Dalla non mi è mai piaciuto particolarmente; belli i testi, ma non amo il suo stile. Come si può ascoltare uno stile che non ti piace?
Sicuramente è una coincidenza che mi risulta incredibile, ma non voglio farmi sopraffare dal diavoletto. Se anche non fosse una coincidenza, su quel blog ci sono solo 5 post, tutti scritti nell'arco di una settimana. Tutto decade: il mio è il primo, l'ultimo, l'unico attivo.
Il primo è l'originale, e vale più di qualunque copia. Per me, almeno. :)

2 commenti:

Silvia Merialdo ha detto...

Parteggio per l'angioletto (sebbene Lucio Dalla non mi piaccia e i diavoletti mi siano sempre enormemente più simpatici).

La maggior parte dei blog si esaurisce in una settimana: la gente li apre e poi li pianta lì.
Anche io ho dovuto cambiare (di pochissimo) l'URL del mio blog, perché il nome che volevo era già preso, da un blogger che ha scritto 3 post e poi ha smesso e ora ha perfino cancellato il blog.

Il nome è chiaramente una coincidenza: "quaderno pubblico" è un nome stupendo, e riassume perfettamente che cosa è un un blog, quindi non mi meraviglio che qualcun altro l'abbia scelto per un blog.
Comunque, se vuoi andare fino in fondo potresti sempre scrivere al tenutario del blog. Oppure lasciar perdere: il nome è importante, ma è il contenuto che fa la differenza...
«Cosa c'è in un nome? Ciò che chiamiamo rosa anche con un altro nome conserva sempre il suo profumo.»

Ma ora veniamo invece alla cosa più importante da fare (secondo me): il tuo blog deve riconquistarsi il primo posto su Google! E' questa secondo me la morale della favola.
Come? Be', linkando e facendosi linkare il più possibile, ovvero connetendosi al mondo!

ciao!

Irene ha detto...

Innanzi tutto ti ringrazio per i complimenti sul nome, e per il resto on posso che darti ragione :)
Tendo a non credere alle coincidenze, ma stavolta sembra pure la possibilità più credibile; alla fine ho ascoltato il testo di Luciangelo senza far caso allo stile.
Il fastidio è stato dato dal valore affettivo che attribuisco al nome "Quaderno Pubblico": da sempre ho l'abitdine di scrivere quello che mi passa per la mente su quaderni, quelli normalissimi per la scuola e da un giorno all'altro ho deciso di aprire il mio quaderno al pubblico, inserire le mie riflessioni sul web, ma mi rendo conto che oggettivamente è una piccolezza.Per questo mi sembra sciocco andare ad importunare l'altro blogger: come dici tu, il nome è importante, ma non quanto il contenuto.

Posta un commento