lunedì 28 dicembre 2009

Passo dopo passo, si fa una casa!

Posso definirmi fiera proprietaria di un appartamento da poco più di un mese e, sebbene non mi sia ancora trasferita, vedo che, passo dopo passo, io e il mio dolce 3/4 stiamo costruendo il nostro nido d'amore. Siamo partiti pensando di non cambiare nulla: è tutto nuovo, appena ristrutturato, ma ciò non ostante ci troviamo a voler fare delle modifiche abbastanza importanti per razionalizzare secondo le nostre necessità.
oltretutto avevamo deciso di affidarci ad un noto marchio svedese per la maggior parte dell'arredamento (la cucina, il soggorno, il ripostiglio...) ma man mano stiamo scartando i mobili da costruire. Sono ben funzionali, alcuni sono davvero belli, ma c'è da dire che le rifiniture non sono il massimo e io e il mio dolce 3/4 siamo pretenziosi e snob. Vogliamo le cose fatte bene nei minimi dettagli e non sappiamo accontentarci della qualità media: vogliamo il massimo!
Sappiamo benissimo che dovremo attendere di più, ma crediamo che il tempo d'attesa valga la pena. Del resto sono anni che aspettaimo di poter vivere insieme e qualche mese in più non cambierà le sorti della coppia!
In questo periodo i preparatvi vanno a rilento causa festività invernali: gli artigiani non accettano incarichi e il tempo che noi stessi abbiamo a disposizione è poco e lo stiamo usando principalmente per progettare, discutere e acquistare cose del tutto secondarie; non sarebbe stato necessario comprare i piatti ed i bicchieri, ma erano così bellini e sono stato il primo acquisto per la nostra casa! Non sarebbe nemmeno servito comprare già i lampadari per la stanza da letto e per il soggiorno visto che dobbiamo ancora imbiancare, ma erano in offerta e ci piacevano tanto! Anche il lavatoio di servizio non era urgente, così come lo stendi biancheria da soffitto e l'illuminazione per il ripostiglio...e ancor di meno erano necessari lo specchio per il bagno con la relativa illuminazione.
C'è poco da fare: aspettando così tanto per le modifiche strutturali (spostamento di prese elettriche ed interruttori, intervento del èpiastrellista per ripostiglio e cucina) abbiamo bisogno di sentire che qualche cosa, per la nostra casa, la stiamo facendo.
Non possiamo ancora viverci, ma almeno possiamo prepararci per quando sarà.
Intanto la stanza che mia sorella occupava a casa dei miei sta diventando in un deposito...

Nessun commento:

Posta un commento