martedì 5 gennaio 2010

Pimp my home

Nuovi pezzi si aggiungono al nostro puzzle: in bagno compaiono il piattino del sapone e il bicchiere per gli spazzolini, due allegri tappetini in tinta con le piastrelle e nel nostro micro salotto si stende il nuovo tappeto, chiaro, luminoso, soffice.
Con queste piccole cose il nostro sogno prende forma e pian piano capiamo sempre meglio come vogliamo il nostro appartamento.
Prima di cominciare questa avventura credevo che arredare una casa fosse molto più semplice. Decidi cosa vuoi e vai a cercarlo.
Mera utopia!
Non sempre quello che vuoi è reperibile in commercio: una volta non ti convince il colore, la volta dopo le finiture sono scadenti, nel negozio successivo hanno qualcosa che potrebbe essere ciò che volevi ma è troppo grande...certe altre volte ti innamori di un pezzo d'arredamento, lo compri e poi ti rendi conto di dover fare i salti mortal per trovare dei mobili con cui abbinarlo in modo che non risulti un pugno nell'occhio.
Ciò che pesa maggiormente, però, è la lentezza con cui si procede: finendo di lavorare mediamente alle 18,30 non ho tempo per andare in giro il pomeriggio, così la ricerca dei mobili è riservata al sabato e alla domenica.
Ce la faremo mai? Beh sì, ma la domanda corretta è: ce la faremo per la primavera?
Si vedrà: intanto respiriamo l'aria di cambiamento, trapaniamo muri, attendiamo preventivi.

Nessun commento:

Posta un commento