giovedì 9 dicembre 2010

Non ci posso credere

Non so per quale magia ho nuovamente accesso al mio blog. Non che fosse stato bloccato l'account, per carità, ma semplicemente ho passato mesi interi senza internet. Finalmente, però, posso di nuovo scrivere. 
In questo periodo ho messo in cantiere un sacco di post, mai terminati e che mai verranno pubblicati. A casa sono senza computer e di conseguenza senza internet, sul lavoro è bloccato l'accesso a qualunque sito esterno e non ho pomeriggi liberi da perdere a casa dei miei genitori per avere una finestra sul mondo. 
Se solo penso a quanto è cambiato il mio mondo negli ultimi tempi, mi viene la pelle d'oca. Non intendo parlare della mia vita privata, però. La ritengo una cosa preziosa da proteggere: ho come l'impressione che se rendessi pubblico ciò che mi accade qualcosa possa sgretolarsi e la mia felicità, conquistata con non poca fatica e tanta pazienza, scompaia. 

Scriverò di Anna, di ciò che penso, di ciò che vedo in giro, ma terrò ben lontano la mia casa e la mia famiglia da Internet, grande mostro che svela ogni segreto. 

Ho impostato la possibilità di postare da email, nel caso la magia dell'accesso ritrovato si dissolva nel nulla. 

Nessun commento:

Posta un commento